Menu Chiudi

FINALITÀ DEL PROGETTO

Il Covid-19, costringendo gli ospedali alla chiusura per fare posto ai pazienti infetti, ha causato un ulteriore allungamento delle liste di attesa per le prestazioni sanitarie nel servizio pubblico.
Inoltre, generando una pesante crisi economica, ha impoverito la popolazione e costretto molte famiglie, in particolare quelle con minori a carico, a rinunciare alle cure sanitarie.

Per contrastare questo impoverimento sociale, economico, ed educativo delle famiglie, per rafforzare la loro resilienza e migliorare la loro salute, il loro benessere fisico e psicologico, è nato il “Dottor Kiwanis”.

Il Progetto di Service chiama tutti gli Operatori Sanitari kiwaniani ad effettuare delle prestazioni sanitarie gratuite  per consentire alle famiglie indigenti, ai loro bambini, di superare le lunghe liste d’attesa del servizio pubblico e di accedere gratuitamente alle cure, garantendo loro parità di diritto alla salute.

Si tratta di un progetto ambizioso, di grande umanità e visibilità, ideato e fortemente voluto dal nostro Governatore DISM, Angela Catalano. La sua realizzazione, in questo anno sociale 2021-22, sarà quasi certamente ostacolata dal persistere dell’emergenza Covid-19. Noi, non ci fermeremo! Lo realizzeremo e lo continueremo e miglioreremo anche nei prossimi anni sociali.

DOTTOR KIWANIS

Il Kiwanis DISM ha deciso di dedicarsi più concretamente agli ammalati, cominciando ad occuparsi di assistenza sanitaria e sociale diretta, quella che non contempla adempimenti burocratici e costi, che molte volte riguarda persone non iscritte al servizio sanitario nazionale (SSN).
Così, con la creazione di una rete di Operatori Sanitari, in una gara di solidarietà, mira ad arginare il fenomeno della povertà sanitaria erogando servizi gratuiti, soprattutto nelle periferie cittadine o in aree marginali del nostro Paese, a chi vive nell’indigenza assoluta e rinuncia del tutto alle cure: 539 mila famiglie secondo le stime più recenti. Prestazioni che rappresentano una risposta anche al bisogno terapeutico di chi, per motivi economici, è costretto a limitare le spese per visite, accertamenti e farmaci (1 italiano su 5), o a indebitarsi per pagare le cure mediche.
L’emergenza riguarda soprattutto il centro-sud, dove sono coinvolte il 43,5% delle famiglie. Ad essa cercano di dare risposte e con varie soluzioni i circa 1.700 enti caritatevoli presenti sul territorio.
Il progetto coinvolgerà tutti gli Operatori Sanitari soci del Kiwanis DISM, anche in pensione. Saranno loro ad effettuare le prestazioni sanitarie gratuite.
Operatori Sanitari coinvolti:

  • Medici Chirurghi, Specialisti (Cardiologi, Pediatri,  Ginecologi, Ortopedici, Oculisti, Reumatologi, etc)  o di Famiglia  
  • Odontoiatri
  • Psicologi
  • Nutrizionisti

Al progetto potranno aderire anche Operatori Sanitari volontari non kiwaniani, compresi giovani medici neolaureati o specializzandi.
L’erogazione delle prestazioni sanitarie gratuite sarà garantita a partire dal prossimo mese di febbraio 2022, con l’obiettivo di continuarle anche nei prossimi anni sociali e di migliorarci (ambulatorio solidale, screening di popolazione, effettuare vaccini, centri di ascolto sanitario, sportello alla genitorialità, ambulatorio odontoiatrico diffuso, visita sospesa, etc).
Tra i pregi di questa iniziativa quello di non utilizzare un solo euro pubblico e di realizzarla a costo zero, fondandosi essa esclusivamente sul volontariato.


pagina precedente > CHI SIAMO